Scioperano i ghisa: il derby a San Siro può finire nel pallone

Un agente in meno nelle pattuglie notturne: domenica i vigili non lavorano. De Corato: "Nessun dietrofront"

I ghisa minacciano di mandare il derby nel pallone. I vigili milanesi hanno indetto uno sciopero domenica prossima, proprio quando a San Siro si giocherà Milan-Inter, e il rischio traffico sulle strade è alto. Figurarsi se fosse la partita-scudetto per la squadra nerazzurra, con i caroselli e i tifosi che si riversano in massa in piazza Duomo. Non solo: se il Comune non farà marcia indietro, sono pronti a fare il bis per «rovinare» la Notte bianca dello sport, tra il 31 maggio e l’1 giugno, con cui Milano festeggerà l’arrivo del Giro d’Italia davanti alla Madonnina (previsto il primo giugno). Motivo del contendere, è lo stesso che spinse i ghisa a incrociare le braccia già lo scorso 6 aprile, in occasione della Stramilano. Dal 3 marzo l’amministrazione ha ridotto da tre a due il numero dei componenti delle pattuglie in servizio notturno. «La nostra sicurezza è a rischio», accusa il rappresentante del Coordinamento sindacale autonomo Roberto Miglio.
Ieri in prefettura era in agenda un tentativo di conciliazione tra sindacati dei vigili e il Comune, «ma a rappresentare l’amministrazione - riferisce Miglio - era un funzionario della polizia municipale, quindi un nostro collega, e senza il mandato per trattare sul tema delle pattuglie: lo riteniamo offensivo». Dunque: «Massimo sostegno allo sciopero di 24 ore già indetto dai Cobas per domenica prossima», a cui aderiscono ora anche Cgil, Cisl e Uil, il Csa e il Sulpm, «e il prossimo appuntamento è fissato per la Notte bianca dello sport».
Il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato non si preoccupa: «Hanno scioperato anche durante la Stramilano ed è filato tutto liscio - riferisce -. La sicurezza dei vigili e della città sono la nostra priorità, e in questo modo salgono da 12 a 20 le pattuglie in giro per la città di notte, una tutela in più per gli stessi ghisa che in caso di emergenza possono essere raggiunti dai colleghi». Una certezza: «Facciano pure gli scioperi, ma indietro non si torna. C’è bisogno di più volanti nelle ore notturne e non si capisce perchè carabinieri, polizia e finanzieri viaggino già in due e i vigili abbiano bisogno di un agente in più. Sarebbe uno spreco».