Scioperano gli studenti e loro fanno una rapina

Bari. Non erano andati a scuola approfittando della giornata di mobilitazione studentesca contro la riforma Moratti, ma anziché andare in manifestazione, si sono diretti in una farmacia del centro di Trani, in corso Cavour, dove, armati e con i volti coperti con calzamaglie, hanno compiuto una rapina. I due, entrambi quindicenni, sono stati bloccati e arrestati subito dopo dalla polizia. Secondo la ricostruzione dell’accaduto resa nota dagli investigatori, i due minorenni, poco dopo le 10 di ieri mattina, sono entrati all’interno della farmacia con i volti travisati, uno armato con una pistola e l’altro con un taglierino, e hanno minacciato la titolare. Quest’ultima ha tentato di reagire ed è stata per questo ferita con il taglierino a una mano. Durante la colluttazione la donna ha perso l’equilibrio ed è caduta riportando anche lievi contusioni. I due rapinatori minorenni si sono quindi impossessati del danaro in cassa, circa 200 euro, e sono poi fuggiti a piedi. Ma non sono andati lontano. Una pattuglia di polizia, immediatamente intervenuta in seguito alla segnalazione al 113 della farmacista, è riuscita a bloccarli poco lontano dal luogo della rapina. Entrambi incensurati, i banditi in erba sono adesso accusati i rapina aggravata e lesioni personali. E difficilmente, almeno per un po’, potranno tornare tra i loro compagni di classe.