Gli scioperi rilanciano il rame

Gli scioperi nel settore del rame che stanno interessando l’Arizona e il Cile hanno contribuito al robusto rimbalzo del rame. Le quotazioni future hanno registrato un progresso intorno all’1% riconquistando quota 3.300 dollari per tonnellata metrica. Il mercato teme una ulteriore contrazione dell’offerta a fronte di un livello di scorte che si mantiene sui minimi degli ultimi 30 anni. Tra i preziosi, oro fermo a 423,50 dollari l’oncia. Sempre sui massimi storici il greggio spinto dal maltempo che imperversa sul Golfo del Messico.