Sciopero del 18, l'Amsa ai cittadini: non esporre i sacchi della spazzatura

A seguito dello sciopero nazionale dei lavoratori di tutte le imprese
pubbliche e private del settore ambientale, mercoledì 18 novembre Amsa
invita i cittadini a non esporre nessun tipo di rifiuto<br />
<a href="/a.pic1?ID=399684" target="_blank"><strong>Milano pulita? Amsa può poco se manca il senso civico</strong></a><br />

A seguito dello sciopero nazionale dei lavoratori di tutte le imprese pubbliche e private del settore ambientale, mercoledì 18 novembre Amsa invita i cittadini a non esporre nessun tipo di rifiuto. Allo sciopero, indetto per l’intera giornata di mercoledì 18 novembre dai sindacati contro la riforma dei servizi pubblici, è prevista infatti un’adesione particolarmente significativa. "Gli operatori Amsa saranno impegnati a riassorbire gli inevitabili disagi che si ripercuoteranno anche nei giorni successivi allo sciopero con interventi di pulizia mirati a riportare la normalità nella raccolta dei rifiuti e nella pulizia della città - si legge in una nota dell'Amsa -

In particolare, si invita le utenze che hanno l’esposizione il mercoledì/sabato a non esporre i rifiuti nella giornata di mercoledì 18 rimandando l’esposizione stessa a sabato 21 novembre per il sacco nero indifferenziato e il cartone, e a mercoledì 25 novembre i cassonetti condominiali per la carta, il vetro e il sacco giallo per la plastica e il metallo.

"Amsa si scusa per gli inevitabili disagi causati dallo sciopero" e invita tutti i cittadini a collaborare con l’Azienda per agevolare il più rapidamente possibile il ripristino delle normali condizioni di pulizia a Milano: per questo è sempre attivo (tutti i giorni, 24 ore su 24) il Numero Verde gratuito Amsa 800.33.22.99