Sciopero Alitalia, voli cancellati a Fiumicino

Tra
nazionali e internazionali, una cinquantina i voli cancellati a Fiumicino, 19 in
partenza e 32 in arrivo. Forti disagi per la consegna dei bagagli. Sacconi: "Sanzioni penali contro chi fa sciopero selvaggio". Problemi anche nei prossimi giorni, aumentano anche le assenze per malattia

Roma - Continuano a registrarsi cancellazioni e ritardi sui voli Alitalia ed è salito a 51, tra arrivi e partenze, il numero di voli cancellati Alitalia all'aeroporto di Fiumicino. Nel dettaglio, 32 voli soppressi in arrivo e 19 in partenza. Dalle 17 in poi i voli ritardati risultano una ventina, di cui una decina tra i 30 ed i 60 minuti ed una decina con attese superiori all'ora, con punte fino a quattro ore. Nel frattempo, dalle 18 si è esaurita la fila di passeggeri ai voli internazionali in cerca di riprotezione.

Problemi anche nei prossimi giorni "Alitalia - si legge in una nota della compagnia - informa che, a causa del persistere del comportamento anomalo nelle procedure operative nonché del consistente aumento delle assenze per malattia di una parte del personale di volo, si sta procedendo ad un piano di riduzione dell’operativo per tutta la prossima settimana al fine di limitare il più possibile l’impatto e i disagi per i nostri clienti". Inoltre, spiega l’azienda, "si sta attivando anche un programma di riprotezione su altri voli per i passeggeri coinvolti nella nuova programmazione del network". "I voli non operativi per la settimana saranno resi noti da domani sul sito internet della compagnia, www.alitalia.it, tramite palmare all’indirizzo mobile.alitalia.it, o anche al numero del call center 06.2222". 

Disagi per la consegna dei bagagli Oltre ai voli cancellati e ritardati c’è il problema delle centinaia di bagagli scaricati dagli aerei non decollati e ancora in attesa dei legittimi proprietari. Nel salone arrivi del terminal C, vicino ai nastri per la riconsegna bagagli, sono diversi i viaggiatori Alitalia che passano attraverso le valige etichettate e transennate alla ricerca del proprio bagaglio. Per chi non si presenta, la compagnia, secondo quanto si è appreso e così come è previsto, provvederà nei prossimi giorni a recapitare le valigie direttamente presso le abitazioni dei proprietari.

Sacconi: "Sanzioni penali contro gli scioperi selvaggi" "Chi blocca aeroporti e strade, prendendo in ostaggio terzi innocenti va sanzionato in via amministrativa e anche penale": lo ha detto Maurizio Sacconi intervenendo all’assemblea dei Circoli del buon governo. "Oggi ci sono - ha aggiunto il ministro del Welfare - tutte le condizioni perché si possa dare vita alla nuova compagnia di bandiera. Nessuno ha il diritto e nemmeno il potere di arrestare questo percorso nel nome di ragioni che, per quanto comprensibili sono di natura corporativa. La piccola minoranza non può fermare l’interesse generale".