Sciopero Atm, oggi per 4 ore sarà caos

Dalle 8.45 alle 12.45 l’agitazione indetta da Cgil, Cisl e Uil

Fermi oggi per quattro ore, dalle 8.45 alle 12.45, i mezzi di superficie e la metropolitana per lo sciopero dei lavoratori dell’Atm. Cgil, Cisl e Uil protestano contro la decisione del Comune, proprietario di Atm Spa, di scorporare l’azienda dei trasporti in cinque società, una holding e quattro controllate. «Il progetto di scorporo - ha dichiarato Dario Balotta, segretario regionale di Fit Cisl - non risponde a nessun organico riassetto organizzativo, ma alla moltiplicazione delle poltrone da dirigente, con sicuri aumenti dei costi e improbabili benefici per l’utenza».
«Il Comune - ha aggiunto Antonio Cortillo, segretario generale della Filt Cgil di Milano - sta inoltre avviando le procedure per l’assegnazione delle gare dei servizi di trasporto pubblico locale in Milano rifiutandosi da anni di intavolare con il sindacato un negoziato volto a individuare le garanzie occupazionali e contrattuali per i lavoratori dell’Atm derivanti dall’attuazione di queste scelte». C’è di più. La tensione nella categoria, ha avvertito infatti Cortillo, «è altissima, perché proprietà comunale e Atm non hanno ancora comunicato alle organizzazioni sindacali se applicheranno l’intesa sottoscritta in sede nazionale sui trattamenti di malattia degli autoferrotranvieri, malgrado la stessa sia parte del contratto nazionale».
Comunque sia, a fare le spese di questa agitazione, saranno ancora una volta i cittadini milanesi e chi avrà oggi la sfortuna di entrare in città. Se l’adesione sarà massiccia, non si sa quanti conducenti del metrò vi aderiranno, è facile pervedere che per gli automobilisti sarà una mattinata di fuoco. A dir poco.