Sciopero blocca il casinò le domeniche 24 e 31

I sindacati Cgil, Cisl, Uil e Ugl del Casinò di Sanremo ieri hanno confermato lo sciopero per le sere della vigilia di Natale e di San Silvestro, al termine di un incontro, giudicato insufficiente, con il direttore della casa da gioco Christian Lefebvre. Le associazioni dei lavoratori, tuttavia, non escludono un ripensamento all'ultimo minuto, a seconda di quale sarà l'esito di un prossimo incontro con il sindaco di Sanremo, Claudio Borea.
«Rimane il malcontento, dopo l'odierno incontro con il direttore generale - ha commentato ieri, Roberto Spina (Ugl) -. Vogliamo conoscere le opportunità strategiche ed economiche dell'azienda. Abbiamo, inoltre, chiesto a Lefebvre di finirla col vedere i sindacati come un ostacolo allo sviluppo e abbiamo fatto presente che non siamo d'accordo sulle terziarizzazioni».
In quest'ultimo punto, Lefebvre ha accolto le richieste dei sindacati, impegnandosi a sospendere le terziarizzazioni in vista di una verifica economica.
Tra l’altro, sempre che lo sciopero non venga sospeso all’ultimo minuto, non c’è dubbio che incrociare le braccia proprio in quei giorni costituirebbe un danno davvero rilevante per il Casinò di Sanremo. Si parla infatti di mancati introiti per diverse decine di migliaia di euro e, comunque, sarebbe un segnale anche a livello sindacale in quanto fino a questo momento non si sa quanto possa essere produttiva la strategia di colpire la direzione del Casinò in certi giorni cruciali.