SCIOPERO «CONGELATO»

La prefettura di Roma precetta i taxi. Con un fax ha chiesto a Comune e Questura «di segnalare ogni disservizio che possa comportare l’interruzione di pubblico servizio con conseguente grave pregiudizio al diritto di libertà costituzionalmente garantito ai cittadini utenti». Saranno polizia e vigiluli urbani a vigilare. Intanto l’incontro tra le sigle sindacali dei tassisti e il governo previsto per ieri è slittato: oggi alle 12 riprende il confronto.