Lo sciopero dei mezzi «spegne» l’Ecopass: oggi circolazione libera

Il sindaco Moratti: «Sarà così in occasione di ogni altra protesta»

Con lo sciopero dei mezzi pubblici niente Ecopass. Il sindaco Letizia Moratti raccoglie l’appello del presidente della Provincia Filippo Penati e decide di spegnere le telecamere nel giorno in cui trovare tram, bus e metrò potrebbe essere davvero un problema. Oggi circolazione libera anche in centro, dunque, durante l’astensione dal lavoro delle organizzazioni sindacali di base. «Ecopass non sarà in vigore - ha deciso il sindaco -. Il suo significato è infatti disincentivare i mezzi inquinanti. Naturalmente con il supporto dei mezzi pubblici che funzionano». Sarà la prima volta ma, assicura il sindaco, «così sarà in occasione di ogni altro sciopero». Una regola, dunque, a partire da oggi. «Il nostro obiettivo - aggiunge - è di non creare disagi, ma una situazione che per fortuna già constatiamo in questi giorni: vale a dire traffico diminuito e mezzi pubblici con tempi di percorrenza inferiori. Questo sciopero non può pesare sui cittadini con una misura come Ecopass». Soddisfazione a Palazzo Isimbardi da dove è partita la richiesta di sospensione. «Una decisione responsabile - il commento di Penati - non sarebbe stato giusto penalizzare ulteriormente i cittadini».
Confermati, intanto, gli orari dell’agitazione che dovranno rispettare le fasce di garanzia. Corse regolari, dunque, da inizio servizio alle 8.45. Poi il blocco dalle 8.45 alle 15. Mezzi regolari dalle 15 alle 18 e black out, invece, dalle 18 a fine servizio. «Secondo le statistiche di adesione agli scioperi del passato di queste sigle sindacali - spiega una nota diffusa dall’Atm - le linee di metropolitana hanno di solito funzionato regolarmente. I disagi si sono limitati alle linee di superficie».