Sciopero, disagi contenuti: solo la Roma-Pantano in tilt

Una giornata di disagi contenuti quella di ieri, contrassegnata dallo sciopero nazionale degli autoferrotranvieri indetto dal sindacato unitario lavoratori trasporti Sult e conclusosi alle 16,30. L’adesione più alta, nella capitale, è stata quella della ferrovia Roma-Pantano, con una percentuale del 58 per cento di astensioni dal lavoro. Senza variazione, è stato reso noto dall’Atac, il servizio sulle altre due linee delle ferrovie concesse, la Roma-Viterbo e la Roma-Lido. È stata invece del 35,4 per cento l’adesione allo sciopero dei lavoratori della Trambus, del 9 per cento sulla Tevere Tpl e del 33 per cento sulle due linee della metropolitana. Quanto a Cotral, la compagnia di trasporto extraurbano della Regione Lazio, ha aderito allo sciopero il 15,1 per cento degli autoferrotranvieri ed è saltato il 13,86 per cento delle corse. Nello specifico, sulla direttrice Roma-Latina si è verificata un’astensione del 6,12 per cento degli autisti e una cancellazione del 5,31 per cento delle corse, sulla Roma-Viterbo del 15,48 per cento degli autisti e del 16,84 per cento delle corse, sulla Roma-Rieti del 31,47 per cento degli autisti e del 28,05 per cento delle corse, sulla Roma-Frosinone del 5,62 per cento degli autisti e del 5,35 per cento delle corse.