Sciopero generale, si rischia il venerdì nero

Scuola, pubblico impiego e trasporti: domani braccia incrociate contro Finanziaria e riforma del welfare

Roma - Domani sciopero generale nazionale di 24 ore con 25 manifestazioni territoriali organizzate in tutto il paese. Scuola, pubblico impiego e trasporti. Treni, aerei, navi e mezzi pubblici. Si rischia la paralisi quasi totale. La manifestazione è stata presentata dai rappresentanti delle organizzazioni promotrici Pierpaolo Leonardi, Coordinatore nazionale della Cub, Piero Bernocchi per la confederazione Cobas e Fabrizio Tomaselli per il SdL. Le motivazioni alla base dello sciopero "generalizzato" riguardano il protocollo sul welfare e la finanziaria. "Vogliamo incidere sulle scelte del governo mentre questa Finanziaria è ancora in discussione", ha detto Pierpaolo Leonardi. Per Bernocchi "questo è l’unico sciopero generale indetto contro delle politiche che favoriscono soltanto i padroni ed attorno a questo sciopero si è creata una grande unità con i settori del precariato e degli studenti". L’obiettivo di tutte le forze che sostengono il 9 novembre, sottolinea Fabrizio Tomaselli "è quello di dare voce ai 31 milioni di lavoratori che si sono rifiutati di partecipare alla farsa del referendum, bocciando il protocollo nei fatti".

Le modalità
Treni Dalle 9 alle 17. Le Ferrovie dello Stato hanno comunicato in una nota che lo sciopero di domani determinerà ripercussioni molto limitate sul traffico ferroviario, garantendo che circolerà oltre il 94% dei convogli a media e lunga percorrenza.
Aerei Personale non operativo: intera giornata. Personale operativo: dalle 10 alle 18.
Trasporto pubblico locale (Le modalità sono stabilite a livello regionale) Milano: dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio, Torino: dalle 4.30 alle 6.00, dalle 9 alle 12.00 e dalle 15 alle 2.00, Roma: dalle 9.00 alle 13.00.
Pubblica amministrazione Scuola, Università, Ricerca, Enti Locali, Parastato, Agenzie Fiscali: intera giornata.
Sanità Da inizio turno del giorno 9 a fine ultimo turno Saranno garantiti i servizi minimi essenziali, le emergenze e i personali minimi stabiliti in ogni azienda.
Vigili del fuoco Personale operativo turnista: dalle 10 alle 14. Personale a servizio giornaliero: intera giornata