Sciopero nei trasporti, Ecopass sospeso

Domani lo stop. Giornata a rischio disagi. Il Comune ferma il ticket e apre il centro alle macchine

Da una parte lo sciopero generale di 24 ore indetto per domani dalle Confederazioni sindacali e Organizzazioni Cub, Al Cobas e Usi e dall’altra quello delle organizzazioni sindacali Cub trasporti, Cobas Lavoro privato e Slai Cobas che hanno annunciato una mobilitazione nazionale del trasporto pubblico locale. La motivazione è la stessa: protestare contro la crisi, il blocco dei licenziamenti e difendere l’occupazione e i salari dei lavoratori chiedendo un raddoppio della cassa integrazione per portarla all’80 per cento effettivo.
Le modalità di adesione varieranno da città a città, e a Milano per tram, bus e metropolitana le astensioni e i disagi potrebbero esserci dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Ma se alcune sigle sindacali hanno deciso di non aderire alla mobilitazione di domani, perché «raffreddate» dalla firma dell’accordo con le controparti che prevede di saldare i pregressi del 2008 con un aumento di 80 euro sullo stipendio mensile dei dipendenti, i Cub promotori dello sciopero confidano in una grande adesione. «Nel trasporto pubblico di superficie e parzialmente di quello sotterraneo, in particolare della linea verde - spiega il coordinatore della Confederazione Unitaria di Base, Walter Montagnoli -. All’interno di Atm ci sono forte spinte sindacali e ci aspettiamo una massiccia partecipazione da parte dei lavoratori. Naturalmente le fasce protette verranno garantite». All’interno della azienda dei trasporti pubblici milanese la situazione, secondo il sindacalista Montagnoli, è «esplosiva».
«Ci sono problemi di valutazione, di organico e di straordinari - continua il coordinatore sindacale -. Di solito abbiamo sempre superato il 40 per cento con punte del 50-60 per cento. Ci aspettiamo un successo importante».
L’azienda dei trasporti milanesi attiverà domani l’Infomobilità e i livelli di servizio per il trasporto di superficie e nelle metropolitane saranno comunicati in tempo reale attraverso annunci sonori, messaggi su display delle paline e pensiline di fermata. Mentre il Comune, per evitare possibili disagi ai cittadini, ha deciso di sospendere l’Ecopass per tutta la giornata, nel caso lo sciopero nazionale venisse confermato.