Sciopero revocato, i ghisa alla Stramilano

Manca l’avviso alla commissione di garanzia

Sciopero scongiurato, i ghisa saranno alla Stramilano. I maratoneti ringraziano la commissione di garanzia che impedisce la fermata dei vigili meneghini. Motivo? La protesta indetta dalla Cgil era contemporanea ad un’altra agitazione, quella del pubblico impiego. Regolina base evidentemente rimossa alla Camera del Lavoro ambrosiana.
Tesi sostenuta dal Csa (coordinamento sindacale autonomo), «tanta era la voglia cigiellina di egemonizzare la protesta dei ghisa che i dirigenti hanno buttato nel cestino della carta straccia la normativa». Già, «tanta era la voglia di egemonizzare» che la Cgil ha consumato uno strappo con gli altri confederali, Cisl e Uil: «Noi non facciamo i camerieri della Cgil e ormai ci organizziamo diversamente» osserva Nicola De Vita, segretario Fp-Cisl. Spaccatura tutt’interna alla Triplice che dovrebbe garantire i dipendenti di Palazzo Marino, «ma il risultato è che l’integrativo decentrato resta in alto male» chiosa Roberto Miglio, dirigente Csa.
Come dire: solo fumo e niente arrosto. La responsabilità, ovviamente, ricade sulla Cgil che «continua a fare di testa sua» pure se a Roma le segreterie nazionali hanno tentato di calmare le acque. Impresa impossibile. Ma un risultato, almeno, è stato ottenuto: Cgil è isolata a Palazzo Marino.