Scippi, borseggi e abusivismo: per i vigili serve più operatività

Vigili urbani con compiti operativi specifici per cercare di fronteggiare scippi e venditori abusivi, emergenze capitoline che rendono la strada sempre più insicura e disordinata. Lo chiede con urgenza l’Ospol in una nota rivolta alla nuova amministrazione comunale e nella quale vengono ribadite proposte, da sempre cavallo di battaglia del sindacato. «Furti e scippi, rapine e borseggi aumentano giorno dopo giorno nelle più belle piazze e vie della capitale - si legge nel comunicato sindacale -. E i vigili in servizio sono sempre più impegnati a fronteggiare con pochi mezzi una situazione incontrollabile. Non solo, con l’inizio dell’estate è aumentato anche il fenomeno dell’abusivismo commerciale rivolto soprattutto ai turisti stranieri».
Per questo l’Ospol «chiede all’amministrazione capitolina che oltre al contrasto ferreo dei venditori ambulanti, che quando non possono vendere si dedicano a delinquere, occorre istituire nei Comandi dei municipi il “Nucleo operativo della polizia municipale” antiborseggio in borghese sulle metropolitane e sugli autobus». «Inoltre - prosegue la nota - occorre introdurre il “vigile di quartiere” con casermaggio presso gli istituti scolastici di zona per il contrasto della microcriminalità e della vendita di stupefacenti tra i ragazzi; e poi il “vigile turistico” per il controllo delle strade e piazze di pregio storico dove si concentra l’abusivismo commerciale e dove più è alta l’incidenza di scippi e borseggi».
«L’Ospol chiede, infine, al sindaco Gianni Alemanno di dare un segnale immediato - conclude il comunicato - come trovare subito i finanziamenti necessari per l’acquisto del “bastone distanziometro”. Magari, visto che le casse del Comune sono vuote, ricorrendo a quel fondo del Codice della Strada dove è previsto per legge che il 20 per cento della loro destinazione venga impegnato per la Polizia municipale. Basterebbero, d’altronde, appena 500 euro per dotare del “bastone distanziometro” tutti i vigili che quotidianamente sono in servizio di viabilità o in pattugliamenti esterni».