Scivolone di Saipem

Piazza Affari ha reagito meglio al «grigiore» espresso dalle Borse internazionali, e ha limitato la correzione degli indici S&P/Mib e Mibtel allo 0,45%, mentre il Midex è finito in attivo dello 0,11%, grazie alla chiusura positiva di alcune small cap. Tra i protagonisti della giornata, il titolo Fastweb ha perso il 5,5% all’annuncio della cessione di una nuova quota azionaria da parte del presidente Silvio Scaglia, che fa presumere un futuro disimpegno da parte del vertice attuale. In positivo il gruppo Finmeccanica, con StM che cresce di quasi il 2%. È ripreso pure l’interesse per il settore delle acque, che ha visto Acque potabili crescere di quasi il 15%, mentre le azioni della Mediterranea Acque sono salite dell’8%. Qualcosa si sta muovendo nel comparto bancario, dove è riaffiorato l’interesse per Bpu (più 1,8%) dopo il giudizio positivo di Ubs. Tra le popolari è proseguita la crescita di Bper, giunta a sfiorare quota 20 euro, mentre tra le big delle banche, Capitalia arretra ancora dell’1,6%. Sempre sulle sabbie mobili il titolo Alitalia, in calo dell’1,33%, trascurata Fiat e ancora depressi i titoli energetici, con Saipem in calo del 2%, Eni dello 0,8% e Tenaris che cede il 3,7 per cento.