Scola: «Quella battaglia resta il suo capolavoro»

Prima della presentazione del cast di Fur: An Imaginary Portrait of Diane Arbus, in programma ieri sera in apertura della sezione Première, Ettore Scola, Presidente della giuria della Festa del Cinema di Roma, ha ricordato Gillo Pontecorvo soffermandosi sulla sua militanza nella Resistenza e ricordando in particolare La battaglia di Algeri, «film più significativo girato dal regista», in occasione dei quarant'anni dalla sua realizzazione. La Battaglia di Algeri è stato «un film che ha fatto il giro del mondo, tranne che in Francia dove è stato vietato», dice l'ex ministro francese della Cultura, Jack Lang, definendo Gillo Pontecorvo «un grande regista italiano che ha avuto l'audacia e il genio di ideare» quel film. Il presidente del Festival di Cannes, Gilles Jacob, ha voluto sottolineare «l'intelligenza, la cultura e il talento di Gillo Pontecorvo come direttore della Mostra di Venezia».