Scommessa Djokovic tra Federer e Nadal

Il serbo terzo incomodo tra i due grandi. Nelle donne sfida tra le due Williams e la Henin. Sharapova distratta dalla love story

Quarta prova del Grande Slam a New York. Federer ha vinto a Melbourne e a Wimbledon, lasciando il Roland Garros a Nadal. Ma a Flushing Meadows le prospetive sono diverse: c’è il terzo incomodo. Si chiama Novak Djokovic, il sorteggio l’ha collocato dalla parte di Nadal, che il serbo ha battuto a Montreal, completando la tripletta dopo aver eliminato anche Roddick e Federer. Davydenko, l’uomo dello scandalo, sospettato di aver scommesso contro se stesso nei tornei minori, è la quinta testa di serie. C’è un’inchiesta in corso.
Due italiani nel seeding: Volandri numero 29, sorteggiato contro Llodra, e Starace, numero 30, che affronta Gulbis. Gli altri italiani in tabellone sono Bolelli, opposto a Benneteau, e Seppi che trova Calleri. Più ricco di azzurre il tabellone femminile, con 3 teste di serie: Garbin 23, Schiavone 24, Santangelo 25. Ci sono anche Knapp, Camerin, Pennetta, Brianti, Errani e Vinci, quest’ultima sorteggiata subito contro la Sharapova.
New York sarà un osservatorio importante per Barazzutti in vista della finale della Fed Cup del 15-16 settembre a Mosca contro la Russia, che ha eliminato gli Stati Uniti. Il torneo è più aperto rispetto al passato: Serena Williams, riemersa dalla crisi tecnica, ha conquistato gli Australian Open. La Henin ha trionfato a Parigi. Wimbledon è stato appannaggio di Venus Williams in finale su Marion Bartoli, la francesina allenata dal padre, che si è ribellata alla federazione. I risultati hanno parlato poco in favore della Sharapova, recentemente travolta dalle dichiarazioni del cantante Adam Levine che ha rivelato odiosi particolari della loro love-story. La più audace nel pronostico è stata Serena Williams, rimasta a lungo lontana dalle gare dopo la sconfitta di Wimbledon: «Sono reduce da una overdose di allenamento. Ho voglia di giocare. Sono ottimista, carica di onde e vibrazioni positive. Tutto questo mi fa credere che sarò io a vincere».

TV: Diretta su Eurosport dalle 18,45