La scommessa su Delvecchio

Le ultime affermazioni di Beppe Marotta «stonano» nelle orecchie dei tifosi blucerchiati, infatti, le ultime dichiarazioni dell'amministratore delegato sulla posizione di Gennaro Delvecchio non sono state accolte con entusiasmo. Sapere della pressione di una società come la Roma su il centrocampista della Nazionale preoccupa il tifo doriano ma soprattutto la frase: «ci farebbe piacere che un giorno vestisse una maglia con il blasone di quella giallorossa» ha subito scaldato gli animi nei più accaniti sostenitori. I vari siti blucerchiati sono stati invasi da mail di protesta, anche la maglia della Sampdoria ha una sua storia ed importanza, queste sono state le risposte più agguerrite nei confronti di Marotta. La lunga intervista rilasciata a Teleradiostereo Sport è continuata sul tema Delvecchio, l'importanza di averlo acquistato a parametro zero ed aver scommesso sul giocatore. Purtroppo, Marotta dimentica che la scorsa stagione Gennaro Delvecchio fu dirottato al Lecce, si puntò tutto su un Dalla Bona «svuotato» e tal Mingozzi, troppo giovane per un palcoscenico importante come quello della serie A. Marotta, come del resto Novellino dovrebbero fare un passo indietro ed ammettere di aver sbagliato (come può succedere a tutti), nell'ultimo ritiro estivo il centrocampista azzurro era già stato promesso al Napoli sulla parola ma non se ne fece più nulla, perché fin dalle prime uscite si capì finalmente l'importanza ed il valore del giocatore. Nessun dubbio che comunque vada l'affare Del Vecchio è stato un investimento azzeccato, questo non toglie il rispetto per la maglia blucerchiata e per i suoi tifosi.