Scommesse, Flachi rischia la squalifica

Federico Casabella

La procura federale avrebbe chiesto due mesi di squalifica per Francesco Flachi, l’attaccante della Sampdoria sotto inchiesta per la vicenda legata al calcioscommesse che coinvolge che l’ex difensore della Samp Morris Carrozzieri, ora all’Atalanta. È quanto emerge da indiscrezioni che arrivano da Milano, dove ieri mattina nella sede della Lega Calcio si è aperto il dibattimento. Non era presente l’attaccante blucerchiato che era rappresentato dal legale difensore, l’avvocato Giulia Bongiorno. La sentenza è attesa tra oggi e lunedì.
Alla Samp insomma il momento è difficile e l’incursione di Walter Novellino in sala stampa nel corso della conferenza di Bonanni di ieri pomeriggio ne è la prova: Il tecnico ha duramente «richiamato» un giornalista per un articolo non andatogli propriamente a genio. In tutto questo la squadra cerca di concentrarsi in vista della sfida di domani sera. A San Siro, riflettori accesi su una partita particolare per entrambe le squadre. La Samp in una crisi di risultati che dura da mesi, l’Inter reduce dalla sconfitta in Champions contro lo Sporting che, in un ambiente come quello nerazzurro, suona già come campanello d’allarme. Oltre al divario tecnico, conteranno le motivazioni e la voglia di riscatto da una parte e dall’altra. A due giorni da Inter-Samp, la temperatura si alza, si vedrà chi, nel termometro delle motivazioni, avrà la colonnina di mercurio più in alto: «Il nostro ambiente è carico e pronto a dare filo da torcere all’avversario - questo il Massimo Bonanni pensiero -. Siamo solo all’inizio, ma brucia tanto la sconfitta con l’Empoli e purtroppo dobbiamo già riscattare un risultato negativo».
Altra sfida a distanza tra tecnici con filosofie e atteggiamenti tattici opposti. A fare da sfondo alla vigilia, c’era sempre la storia dell’elicottero e dello scalatore, con Novellino nelle vesti di alpino e Mancini in quello di comodo viaggiatore verso la panchine più «in» della serie A. Questa volta tengono banco altre vicende, su tutte i problemi della Samp. Appena arrivato Bonanni trova già un ambiente surriscaldato, dove nascondere la tensione è difficile, «ci servirebbe una vittoria per scacciare qualsiasi preoccupazione - continua -. La partita con l’Empoli l’abbiamo persa per degli episodi che hanno condizionato la gara, ma domenica ho visto cose positive sebbene fossimo rimasti in nove».
Ancora presto per parlare di formazione. L’undici che metterà in campo il tecnico potrebbe presentare qualche novità rispetto alla settimana scorsa. Emergenza in difesa dove è a rischio anche Terlizzi fermo per una contrattura alla coscia destra. Non ci sarà rivoluzione, ma Bonanni è candidato ad una maglia da titolare: «Se mi verrà data la possibilità mi farò trovare pronto - spiega -, ma se partirò dalla panchina sarà comunque motivato nel momento in cui entrerò in campo».
Intanto, arrivano le dichiarazioni di Marcello Lippi a smentire qualsiasi interessamento della società per sostituire Novellino nella stagione in corso. Ieri, nella prima conferenza stampa come ex ct della Nazionale ha parlato anche del suo futuro: «Ora mi godo ancora la scia del mondiale - ha commentato -, sarebbe illogico subentrare in un club dopo una o due domeniche. Nessuna società italiana mi ha finora contattato».