Scompare il Cpe dalla nuova legge

La nuova legge francese «sull’accesso dei giovani alla vita attiva nelle imprese», che sostituisce quella duramente contestata sul «contratto di primo impiego» (Cpe), è stata pubblicata ieri sulla Gazzetta ufficiale, dopo la sua promulgazione da parte del Presidente della Repubblica Jacques Chirac. Nella nuova versione non resta nulla del contratto a tempo indeterminato che il primo ministro Dominique de Villepin destinava ai giovani di età inferiore ai 26 anni, con un periodo di prova di due anni e la possibilità per il datore di lavoro di un licenziamento senza giusta causa.