Scomparso Riccardo Cebulli esperto d’arte

Se ne è andato Riccardo Cebulli e con lui scompare un pezzo di storia dell’arte milanese. Per oltre 40 anni è stato il responsabile del settore arte contemporanea della Finarte e a lui, molti illustri collezionisti, preferivano rivolgersi per le autenticazioni piuttosto che alle fondazioni gestite dagli eredi degli artisti. Gallerista a Cortina e Portofino già nell'immediato dopoguerra, amico di Leo Castelli e Peggy Guggenheim, ha arricchito con la sua conoscenza e raffinatezza la più importanti collezioni d'arte italiane, non ultima quella della città di Milano. Fu lui infatti, assieme a Casimiro Porro, a convincere gli eredi Jucker a cedere (a un prezzo nettamente inferiore alle quotazioni di mercato) al Comune di Milano la celeberrima raccolta di Riccardo e Magda Jucker, una delle più ricche del periodo futurista. Per primo organizzò in Italia aste con protagonisti gli esponenti della Pop americana, da Warhol a Rauschemberg a Jasper Johns.