Sconosciuta con lode, ma ricca di «agganci»

«Non capisco molto di politica, ma porto in dote la mia inesperienza»

Ma sì, diamoci una leader giovane e bellina, competente e che s’è fatta da sola, la capolista di Roma e del Lazio scelta perché non era raccomandata né allevata in qualche corrente. Marianna Madia appunto, che ha soltanto 28 anni e però s’è laureata con lode specializzandosi in economia all’Imt di Lucca. Peccato che la novità, l’illustre sconosciuta ricca di meriti scodellata dall’immaginifico Veltroni, appena eletta si sia rivelata tutt’altro che poco ammanicata.
Te la do io, la meritocrazia... La giovane Marianna è orfana di padre, che s’è poi scoperto essere l’attore Stefano Madia, consigliere comunale a Roma con una lista civica per Veltroni. Bravo Uòlter, a prendersi cura dei figli degli amici scomparsi, però la ragazza collaborava anche con Minoli a Rai Educational, curando una trasmissione ecologico/energetica. Non basta: la Madia aveva un contratto a Palazzo Chigi, lavorava col sottosegretario Enrico Letta. Ciliegina sulla torta, è venuto fuori che era stata fidanzata con Giulio Napolitano, il figlio del presidente della Repubblica.
Bel pedigree, per una emergente dalle masse popolari. Ma se è comunque brava, perché non dovrebbe meritare il timone del Pd? «Non capisco molto di politica, ma porto in dote proprio la mia inesperienza», è il suo programma.