Scontata a Leon una giornata di squalifica

Una vittoria il Genoa l’ha gia’ ottenuta. Julio Cesar Leon, infatti, si è visto togliere una delle due giornate di squalifica rimediate per una frase di troppo rivolta all’arbitro Saccani dopo la sconfitta di Rimini.
L’avvocato Stefano Azzali presidente della Disciplinare ha accettato il reclamo della società rossoblù, tutelata dallo studio Grassani, riconsegnando a Gasperini il fantasista honduregno che dovrà pagare una multa di tremila euro oltre alla squalifica di un turno già scontata sabato scorso col Modena.
E Leon è felicissimo: «Ringrazio la società per avermi creduto e sostenuto in questa battaglia. Credo che avessi ragione a sostenere che due giornate di squalifica erano troppe e sono stato accontentato. Ora non vedo l’ora di giocare a Piacenza. Dopo il gol di Napoli e il palo colpito a Rimini non mi voglio più fermare anche se l’ultima decisione spetta al mister».
Per il Genoa, in vista del match spareggio col Piacenza, è una buona notizia perché con i problemi di tenuta di Di Vaio e Adailton e con Greco ancora a scartamento ridotto, la presenza di Leon può essere un’arma in più per il Grifone. Gasperini a centrocampo, recuperato in extremis Milanetto, potrà contare sul rientro di Coppola mentre in difesa con Bega ancora fermo per squalifica (dovrà scontare ancora due giornate) è pronto Galeoto in alternativa ci sono Masiello e Stellini.
La rosa ampia aiuta il tecnico rossoblù che per la sfida con gli emiliani, partita che pesa già per la classifica e nessuno se lo nasconde, potrebbe presentare una formazione che si avvicina a quella titolare. Intanto è stato confermato che il Garilli sarà desolatamente vuoto con i tifosi di casa che fuori dallo stadio con le porte chiuse daranno vita ad un sit-in di protesta contro le normative antiviolenza volute dal governo dopo i fatti di Catania. Arbitrerà Rocchi di Firenze.
E non si placa l’entusiasmo nell’ambiente per la vittoria del Torneo di Viareggio da parte dei ragazzi di Torrente. Domani alle 18, festa di piazza nei carruggi. L’appuntamento è in Soziglia con una festa organizzata dai tifosi.