Sconti, gare e risate contro la crisi

È iniziata sotto una buona stella la stagione sciistica sulle montagne cuneesi, dove la settimana scorsa un'abbondante nevicata ha messo a tacere i cannoni, che erano già pronti ad innevare artificialmente le piste per l'apertura stagionale. Molte le novità e le proposte anticrisi adottate dai dodici centri sciistici, per un totale di 700 chilometri di piste - suddivise tra 400 per la discesa e 300 per il fondo - e 88 impianti di risalita, le cui strutture sono state tutte adeguate o rinnovate.
A dare per prima il benvenuto agli sciatori è la Riserva Bianca di Limone Piemonte, venerdì 5 dicembre, che propone un giornaliero che costa 32 euro e la proposta innovativa di un pacchetto di due giorni «pernottamento e sci» a soli 89 euro. Limone ospiterà la coppa del mondo di snowboard, i campionati italiani per giornalisti a gennaio e ad aprile i Tricolori degli Alpini. Sabato 6 tocca invece al Mondolè con l'«Open season show» che a Prato Nevoso presenta lo spettacolo della cantante Syria e dei comici di «Zelig». Per finire in bellezza, discesa notturna gratuita. Un giornaliero al Mondolè si paga 29,5 euro ma in bassa stagione, il martedì e il mercoledì - cioè nei giorni che iniziano con la M di Mondolé - lo skipass costa solo 20 euro. Piste aperte naturalmente, anche ad Artesina e Frabosa Soprana. Il comprensorio monregalese ospiterà nuovamente le gare Fisi di sci alpino e i campionati giovanili di snow. L'attivazione delle seggiovie di Rastello di Roccaforte di Mondovì alla Tura di Artesina e da Frabosa Soprana e Prato Nevoso, completano i collegamenti con il Mondolè, dove in certi periodo dell'anno si potrà usufruire del pranzo nelle baite compreso nel prezzo del biglietto. Sempre a Roccaforte è stato approvato il progetto definitivo delle nuove cabinovie di Lurisia e l'impianto a fune sostituirà la storica cestinovia che sale verso il monte Pigna e sarà pronto per il Natale dell'anno prossimo. Per allora sarà pronta anche la nuova seggiovia biposto di San Giacomo di Roburent, i cui lavori inizieranno nel mese di gennaio.
Per il giorno dell'Immacolata, lunedì 8, tutti i centri della Granda apriranno i battenti. Anche per questa stagione è possibile acquistare la «Skipass Cuneo neve», la tessera non nominativa da 12 punti (68 euro) o 24 punti (132 euro) che garantiscono fino al 30 per cento di sconto nelle diverse stazioni invernali che hanno aderito all'iniziativa.
Oltre agli incentivi e alle riduzioni per i fuori stagione e le comitive, da questa stagione parte anche la novità dell'albergo diffuso, ossia la possibilità da parte dei privati di mettere a disposizione unità abitative da affittare, a prezzi veramente concorrenziali.