Gli sconti di pena della «Gozzini»

La semilibertà è uno dei benefici penitenziari previsti dalla legge Gozzini e consiste nel trascorrere parte del giorno fuori dal carcere. Si applica ai condannati che abbiano espiato almeno metà della pena (due terzi in caso di condanna per i delitti più gravi). La legge Gozzini, varata del 1986, ha introdotto la possibilità di modulare e graduare la pena, attraverso una serie di benefici (lavoro esterno, permessi premio, affidamento al servizio sociale, detenzione domiciliare, semilibertà e liberazione anticipata) così da favorire il processo rieducativo del condannato.