Sconto per Calissano «Ma non ho rimorsi»

Indulto d'ufficio per l'attore Paolo Calissano, protagonista di numerose fiction tv, che avrà tre anni di sconto di pena. Calissano, imputato per la morte per overdose di cocaina della ballerina brasiliana Ana Lucia Bandeira Bezerra, il 25 settembre dell'anno scorso, aveva patteggiato una condanna a 4 anni divenuta definitiva a marzo. Grazie all'indulto l'attore, che ha già scontato 7 mesi di detenzione agli arresti domiciliari, potrà riacquistare la libertà a metà gennaio. «Penso spesso alla morte di Ana - dice Calissano - ma non ho rimorsi».