Scontri, Alemanno: "Rafforziamo la zona rossa" Il ministro dell'Interno: "Sì a Daspo per i cortei"

Il ministro dell'Interno giudica positiva la proposta del sottosegretario Mantovano di estendere l'applicazione del Daspo anche alle manifestazioni di piazza: "Sta funzionando molto bene dentro gli stadi.
Riteniamo che questo modello sia esportabile". Alemanno: "Rafforzato il centro"

Vicenza - Per il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, la proposta di estendere il Daspo anche alle manifestazioni di piazza "è interessante" e potrebbe essere inserita da subito nel ddl sicurezza che ha iniziato l’iter al Senato. "Valuteremo - ha detto Maroni - se c’è una maggioranza che sostiene questa proposta".

Daspo sta funzionando bene "Mi sembra una proposta interessante quella di Mantovano - ha aggiunto Maroni, parlando a margine di un pranzo con gli altri big della Lega a Vicenza -, perché il Daspo sta funzionando molto bene dentro gli stadi. Riteniamo che questo modello sia esportabile. C’è la possibilità di inserirlo già nel ddl sicurezza".

Le scarcerazioni Quanto alle scarcerazioni dei giovani arresti dopo gli scontri dio piazza a Roma il 14 dicembre, il responsabile del Viminale ha osservato che "la scarcerazione è stata un errore, anche perché c’è un rischio di reiterazione del reato. Non voglio fare polemica, è un’opinione e non una critica nei confronti della decisione dei magistrati", ha precisato Maroni, che ha annunciato adesso misure più stringenti in vista della prossima manifestazione degli studenti, il 22 dicembre. "Adesso - ha detto - vigileremo soprattutto in vista della nuova manifestazione di mercoledì. Visto quanto è successo a Roma, la macchina sarà ulteriormente organizzata per evitare che si ripeta quanto è successo pochi giorni fa".  

Alemanno: "Estenderemo zona rossa" "Il centro storico è già zona rossa e sarà rafforzato con la massima mobilitazione delle forze dell’ordine". Lo ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, intervenuto in merito alle eventuali manifestazioni studentesche che si svolgeranno la prossima settimana a Roma in occasione della votazione in Parlamento del Ddl Gelmini. Alemanno, che si è espresso subito dopo una riunione in questura assieme al prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro e al questore Francesco Tagliente, ha spiegato che "la questura e il prefetto hanno garantito la massima attenzione affinchè il centro storico non venga più investito da incidenti o avvengano episodi come quelli della settimana scorsa. Si disporranno tutte le misure di ordine pubblico necessarie a tenere lontano dal centro le manifestazioni".