Scontri all'Olimpico: il pm indaga per lesioni e violenza

Roma - Lesioni, violenza, resistenza a pubblico ufficiale, porto abusivo e detenzione di armi. Questa l'ipotesi di reato del fascicolo aperto dalla procura di Roma dopo gli incidenti scoppiati prima, durante e dopo la partita di Champions Roma-Manchester di mercoledì scorso. Il procuratore Giovanni Ferrara, dopo la ricezione del rapporto della Digos, ha affidato il fascicolo ai pm Elisabetta Ceniccola e Gloria Bonfanti. L'inchiesta ha per oggetto gli scontri tra gli ultrà della Roma e quelli del Manchester (uno di questi ultimi fu accoltellato e ricoverato al San Giacomo), nonchè gli incidenti nell' stadio Olimpico quando la polizia fu oggetto del lancio di sediolini e oggetti. Non è presa in esame al momento la vicenda che riguarda il comportamento delle forze dell'ordine oggetto di una inchiesta del Viminale.
La Digos di Roma, esaminerà ora i filmati girati dentro e fuori lo stadio per identificare sia gli ultrà giallorossi, responsabili tra l'altro del ferimento del tifoso inglese, sia i supporter inglesi. Dopo l'identificazione di questi ultimi i nominativi saranno trasmessi agli investigatori britannici per le opportune valutazioni.