Scontri tra poliziotti e no global all’Eur: gli agenti riconoscono alcuni manifestanti

Stefania Scarpa

Hanno riconosciuto alcuni degli imputati due agenti che hanno testimoniato ieri mattina al processo sugli scontri tra i «no global» e le forze dell’ordine avvenuti per le strade dell’Eur in occasione della Conferenza intergovernativa di preparazione alla firma della Costituzione europea, avvenuta a Roma, il 4 ottobre del 2003.
Il riconoscimento dei due militari, entrambi in servizio il giorno della Cig, è avvenuto attraverso la comparazione con alcuni fotogrammmi delle riprese della Digos. Inoltre i due hanno sostenuto la compatibilità di alcuni abiti sequestrati nelle abitazioni degli imputati con quelli che avrebbero indossato il giorno della manifestazione. Anche in questo caso sono stati comparati con dei fotogrammi. Per la vicenda sono imputati Nunzio D’Erme, consigliere comunale e altre 13 persone, tutte appartenenti al movimento dei no global.
Si tratta di: Andrea Alzetta, Valerio Porcelli, Marco Liuzza, Alessandro e Giordano Luparelli, Fabio Malinconico, Alessandro Verga, Luca Blasi, Paolo Contursi, Duccio Maria Ellero, Francesco Saverio Ciacciarelli, Daniele Romano e Fabrizio Nizi.
Secondo l’accusa, i no global giunsero in Piazzale dell’Agricoltura, nel quartiere Eur, travisati e armati di bastoni, catene e scudi di plexiglass: raggiunto il Palazzo dei Congressi, dove si svolgeva la riunione, organizzarono una violenta azione di sfondamento contro le forze dell’ordine. Fu grazie all’analisi dei filmati delle riprese che gli investigatori risalirono a coloro che furono indicati quali autori dell’episodio. Il processo riprenderà il prossimo 21 novembre.