Scontri di Romain manette un 19enne

Un giovane romano è stato fermato per il tentato assalto di un blindato della polizia durante gli scontri del 15 ottobre

Un altro giovane è stato arrestato per aver partecipato agli scontri di piazza del 15 ottobre. Il ragazzo, un diciannovenne romano, è finito ai domiciliari per il tentato assalto di un blindato durante gli scontri di piazza S. Giovanni, nella giornata della protesta degli indignados.

L'accusa a carico del ragazzo è di devastazione, saccheggio e resistenza pluriaggravata. Il diciannovenne romano era stato fermato giù durante gli scontri in flagranza di reato, dopo avere lanciato alcuni sanpietrini contro le forze dell'ordine che tentavano di sedare i disordini e per avere contribuito ad assaltare un veicolo-idrante della Polizia di stato. Da quanto è emerso dall'analisi di foto e filmati della giornata, il ragazzo avrebbe anche tentato di aprire le porte del mezzo, per costringere gli agenti a uscire allo scoperto.

Il giovane aveva continuato ad aggredire gli agenti anche dopo il fermo, cercando ripetutamente di scappare. In un primo momento era stato denunciato in stato di libertà, ma in seguito erano state ritenute necessarie ulteriori misure cautelari. Stamattina sono stati eseguiti gli arresti domiciliari nei suoi confronti. Continuano intanto le indagini della Digos, dei Ros e della Questura di Roma per identificare altri soggetti responsabili dei disordini.