Scontro in ambulanza: morta la paziente, operatori del 118 feriti

(...) L’ambulanza era stata chiamata poco prima delle 11 da Corsico quando Olimpia Chimienti, 73 anni, si era sentita male in casa, probabile infarto. I figli avevano chiamato il 118, un’ambulanza era andata a prelevare la paziente e la stava trasportando a tutta velocità verso il San Carlo.
Verso le 11 la lettiga condotta da Marco M., 41 anni di Milano, era già in prossimità dell’ospedale e a sirene spiegate si apprestava ad attraversare l’incrocio tra via Parri, che poi prosegue diventando via Zurigo, e via Bisceglie con il semaforo rosso. Mentre tutte le auto in arrivo si erano immediatamente fermate. Tutte tranne una Citroen C5 condotta da Francesco G., 78 anni, residente in città. In base alle prime ipotesi l’anziano avrebbe superato le auto ferme in via Zurigo, sbucando sull’incrocio e centrando la lettiga.
Nell’impatto, l’ambulanza si è rovescia finendo contro due auto in sosta. Dalle lamiere dei due mezzi coinvolti uscivano i tre barellieri e il conducente della C5, pressoché incolumi. Nel giro di pochi istinti arrivano altri mezzi di soccorso che soccorrevano, ma i medici non poteva fare altro che constatarne il decesso. Solo l’autopsia potrà ora stabilire se la pensionata sia morta per le ferite riportate nell’impatto o per arresto cardiaco, derivanti dall’infarto.