Scontro a Laziosanità sul piano taglia-posti

Scontro nel Cda dell’Asp-Laziosanità: i consiglieri di minoranza senatore Domenico Gramazio e onorevole Alfredo Pallone hanno abbandonato la seduta del Cda dell’Asp. «Neanche oggi (lunedì, ndr) - hanno spiegato Gramazio e Pallone - è stato consegnato ai componenti del Cda il piano ospedaliero che prevede la riduzione di cinquemila posti letto nel Lazio. Fatto ancor più grave è che il piano redatto dall’Asp, nei giorni passati era stato pubblicato, invece, da un quotidiano romano. Abbiamo chiesto al presidente dell’Asp Lucio D’Ubaldo e al direttore generale Clini, di sapere chi ha fatto avere e per quale motivo il piano ospedaliero solo a un quotidiano e non agli organi istituzionali cioè al Consiglio d’amministrazione e alla Commissione Sanità della Regione che a tutt’oggi non hanno preso visione del documento. In questa situazione imbarazzante - fanno notare Pallone e Gramazio - sembra che si stia parlando di numeri del Lotto: ieri 5mila posti letto da tagliare, oggi sembra siano 3.800». Se non si chiarirà il ruolo istituzionale e la funzione che il Cda deve svolgere, i due esponenti della Cdl hanno annunciato che non parteciperanno più a nessuna seduta dell’Asp.