Scontro in Provincia, assessore anti-Tav rimette le deleghe

Non si placano in Piemonte le polemiche legate al progetto dell’alta velocità ferroviaria in Valsusa. La ricaduta più vistosa riguarda la Provincia di Torino, dove la partecipazione dell'assessore verde Walter Giuliano alla manifestazione ha provocato una dura reazione del presidente Antonio Saitta (Margherita). Giuliano ha rimesso le deleghe, e Saitta si è riservato di pronunciarsi in merito nei prossimi giorni. La vicenda si è fatta calda a partire dal pomeriggio di ieri, quando il presidente della Provincia è stato informato della presenza del suo assessore fra i manifestanti. Saitta avrebbe chiamato immediatamente Giuliano, che non avrebbe risposto al telefono per tutta la giornata. Il presidente ha convocato allora per questa mattina il segretario provinciale dei Verdi, Vanni Cappellato, e il capogruppo in consiglio provinciale, Vincenzo Galati per un chiarimento. Dopo l'incontro ha chiamato nel suo ufficio l'assessore. L'esito dei colloqui è stato che Giuliano ha rimesso le proprie deleghe, Cultura e Parchi. Saitta si è riservato di accettarle o respingerle, ma solo dopo un breve periodo di riflessione. Giuliano sottolinea di avere partecipato alla protesta «come cittadino e come abitante della Valsusa».