Scontro tram-bus: per la Procura è tutta colpa del Suv

La responsabilità dell’incidente mortale dello scorso 14 febbraio, tra un autobus, un suv e un tram, è «essenzialmente» del guidatore del suv: questo sostiene la Procura nel ricostruire la dinamica dello scontro, avvenuto in corso di Porta Vittoria. Per Marco Trabucchi, il procuratore sportivo che alla guida del suo Porsche Cayenne diede il via alla carambola in cui morì una donna di 52 anni, Giuliana Grossi, si avvicina una chiusura delle indagini con l’accusa di omicidio colposo e lesioni colpose e la richiesta di rinvio a giudizio. Per Domenico Ressa Jolman, autista dell’autobus 60, il pm potrebbe chiedere l’archiviazione.