Uno «Scoop» da applausi

Viviana Persiani

L’aria di Londra fa decisamente bene ad un ritrovato Woody Allen che dopo l’ottimo Match Point, si riconferma con Scoop. Non è un caso che la protagonista sia ancora quella Scarlett Johansson cui Allen affida, con grande fiducia, «le chiavi di casa»; scelta ben riposta perché la Johansson è attrice di primo piano e bravura. Se poi la puntata è di quelle sicure, nel senso di una trama che gioca tra dramma e commedia, con grande ironia e battute azzeccate, ecco che il risultato, per chi paga il biglietto, è di quelli che ti fanno benedire, per una volta, la scelta del film. La Johansson veste qui i panni di Sandra Pransky, giornalista che «si deve fare», come si dice in gergo, alla quale capita l’occasione della vita. Durante uno spettacolo di prestigio di Splendini (Woody Allen), la ragazza viene contattata dallo spirito del reporter Joe Strombel il quale, dall’aldilà, le affida le dritte giuste per individuare il famoso killer dei tarocchi: trattasi dell’aristocratico Peter Lyman (l’ottimo Hugh Jackman), come a dire, ecco lo scoop che ti cambia la vita.
Più che la Miami ammirata nella serie televisiva, lo spettatore di Miami Vice, omaggio cinematografico alla serie culto degli anni Ottanta, ricorda più da vicino la Los Angeles spettrale e cupa di Collateral. Non è un caso vista la medesima firma, su entrambi i film, di Michael Mann, uno che ce l’ha un po’ nel suo dna creativo. A prestare i volti di Sonny Crockett e Ricardo Tubbs che furono, sul piccolo schermo, resi celebri da Don Johnson e Philip Michael Thomas, sono stati chiamati Colin Farrell e Jamie Foxx. Una grossa multinazionale del crimine sembra implicata in un traffico di droga. A capo di tutto, si colloca una donna, cubano-cinese, difficile da incastrare. Ci provano, sotto adeguata copertura, James Crockett e Ricardo Tubbs. Detto che riportare sul grande schermo le atmosfere, per certi versi uniche, di una serie di successo, è impresa non da poco, questo Miami Vice appare eccessivamente lungo, privo di coinvolgimento. Un’occasione sprecata.
I film più visti a Roma dal 2 all’8 ottobre sono 1) Scoop; 2) Pirati dei caraibi 2; 3) Miami Vice; 4) Black Dahlia; 5) Nuovomondo; 6) Ti odio, ti lascio, ti ...; 7) Cambia la tua vita con un click; 8) Profumo; 9) Little Miss Sunshine; 10) The Queen.