«Gli scooter ecologici? Fermi ai box»

Il Comune li ha comprati per i ghisa nel 2003. La flotta di 108 mezzi è costata 303mila euro

Giannino della Frattina

Costati ben 2.807 euro cadauno, giacciono inutilizzati in garage. Sono i 108 scooter elettrici acquistati nel febbraio 2003 dal Comune per «dotare i Comandi decentrati della Polizia Locale di mezzi leggeri ma efficaci». Una spesa totale di 303.134,40 euro, garanzie comprese, denuncia il consigliere comunale dei Ds, Aldo Ugliano. «Gli scooter - accusa - sono stati assegnati durante una cerimonia cui venne dato grande risalto proprio per sottolineare l’impegno ambientale della giunta con tanto di sfilata per le vie cittadine. Purtroppo, nel corso di questi due anni, l’utilizzo dei veicoli è via via diminuito, al punto che attualmente sono più di 80 (su 108) i mezzi che giacciono inutilizzati nei garage dei comandi». Sembra che ciò sia dovuto alle difficoltà della gestione ordinaria e della manutenzione. «Sembra che - spiega Ugliano - la batteria possa essere ricaricata solo quando è perfettamente scarica. E perciò occorra del personale interno o esterno che si occupi specificamente di questo compito. Il fermo dei mezzi implica il loro deterioramento: ma questa è soltanto una delle conseguenze dell’intera vicenda, cui si aggiunge un danno d’immagine per la Polizia Locale, oltre che per l’investimento di denaro pubblico». Già pronta un’interrogazione per il sindaco e la richiesta che «gli scooter elettrici siano assegnati gratuitamente ad associazioni o enti senza fini di lucro per dare un contributo ambientalmente sostenibile alle loro attività di volontariato».