Scope e sacchetti, oggi 6mila bambini puliscono i giardini

L’iniziativa di Legambiente continua anche nel week end

Laura Sonzogni

Artiglieria leggera - scope e sacchetti - e tanta buona volontà. I «soldati» di Puliamo il mondo, la più grande manifestazione internazionale di volontariato ambientale, lanciano oggi il primo assalto ai rifiuti e al degrado. Nata a Sydney nel 1989, l’iniziativa coinvolge ogni anno circa 38 milioni di persone in oltre 120 Paesi ed è stata portata in Italia da Legambiente nel 1994. «L’anima della campagna è la partecipazione diretta dei cittadini in un’azione di pulizia contemporaneamente concreta e simbolica - dice Andrea Poggio, presidente di Legambiente Lombardia -. Per recuperare molte aree dalla sporcizia, ma anche per promuovere una gestione sostenibile ed efficiente dei rifiuti e una maggiore attenzione al territorio». L’attività dei volontari spazia dalla pulizia di una zona a veri e propri progetti di riqualificazione di spazi degradati, aree abbandonate e discariche abusive, ma è anche l’occasione per sensibilizzare ed informare sulla raccolta differenziata dei rifiuti. Nella nostra regione sono oltre 400 i comuni che aderiscono coinvolgendo comitati di quartiere, associazioni e gruppi sportivi. Milano non manca all’appello e oggi manda in prima linea i più giovani: oltre 30 istituti tra materne, elementari, medie e superiori - per un totale di circa 6mila tra bambini e ragazzi - si prenderanno cura dei giardini scolastici, delle vie e dei parchi vicini alle scuole. Tra gli obiettivi di oggi il quartiere Stadera, dove dalle 8.30 alle 16 gli alunni della scuola Palmieri lavoreranno fianco a fianco con il comitato di zona.
Domani e domenica sarà invece la volta dei 19 gruppi di volontari impegnati in altrettante aree della città. E, visto che Puliamo il mondo significa anche valorizzazione dei beni dimenticati nel cuore della città, luogo simbolo della giornata di domani sarà la Cascina Cuccagna, a pochi passi da Porta Romana: alle nove si partirà con lo sgombero del materiale accumulato nel giardino interno. Domenica le truppe si suddivideranno tra il Naviglio Martesana - dove il circolo di Crescenzago dirigerà i lavori per liberare dai rifiuti una zona trasformatasi in una discarica a cielo aperto all’altezza di via Idro -, il Parco del Ticinello, l’antica roggia della Vettabia e le altre zone della città e della provincia. Sono moltissimi, infatti, i comuni aderenti, da Abbiategrasso a Vimodrone. Orari e luoghi di ritrovo sul sito www.puliamoilmondo.it.