Alla scoperta dei formaggi del Ticino

Stagionati o freschi, di latte di mucca o di capra, piccanti o alle erbe. Sono i diversi tipi di formaggi prodotti negli agriturismi, negli alpeggi e nelle fattorie sparsi nel Canton Ticino, che si possono degustare e acquistare seguendo i famosi Sentieri del formaggio, otto itinerari che portano nelle diverse zone di produzione sparse tra Lugano e Mendrisiotto, Bellinzona e Alto Ticino, Lago Maggiore e Valli.
I formaggi ticinesi profumano della flora alpina dei pascoli, che arrivano anche fino a 2800 metri, e ce ne sono di varia qualità, da tavola, con stagionature dai 4 ai 18 mesi, formaggelle, un prodotto mezzo grasso, formaggini di latte misto capra-mucca, robiole di latte misto e di basso spessore e i büscion di spessore più alto; un'altra specialità è lo zincarlin ottenuto con aggiunta alla pasta dei formaggini di aglio, prezzemolo e pepe.
Nel Mendrisiotto, dove gli alpeggi si trovano per lo più a quote basse, andando verso il Monte Generoso si incontra l'Alpe La Grassa dove, oltre a comperare ottimi formaggini, si può gustare la buona salumeria nostrana con ottimo vino ticinese; nelle vicinanze di Lugano si può andare all'Alpe Zalto a Tesserete, per mangiare spuntini a base di salumi e formaggi, dove ci si può anche fermare per la notte dormendo su giacigli di paglia.
Da provare anche il famoso e raro formaggio della paglia, ricercatissimo e dal sapore particolare, prodotto in Valmaggia come anche le robiole, la ricotta di latte misto e il burro da siero; mentre nel Locarnese (Valle Verzasca e Valle Onsernone) i formaggi si distinguono per la pasta più bianca e leggermente piccante, prodotti con latte di mucca a cui si aggiunge quello di capra.