Alla scoperta dei mercatini di Natale in Trentino e Alto Adige

Cercasi atmosfera natalizia. Quella vera, fatta di decorazioni, oggetti artigianali, musica, dolci speziati. La si trova tra i mercatini fiabeschi incastonati in piccoli paesi di montagna, in quelli più grandi e storicamente legati alla tradizione mitteleuropea, tra presepi viventi e canti dell'Avvento.
A metà strada tra le acque del Garda e le Dolomiti, dal 18 novembre fino al 23 dicembre, Arco si veste di luci e casette di legno dove si possono trovare pantofole tirolesi, maglioni d'alpaca, sciarpe in pura lana, angeli in vetro soffiato, feltro artistico oltre a strudel, dolci speziati, grappa d'annata, vin brulé e golosissimi strauben, le tipiche frittelle della zona. Con uno spazio dedicato ai più piccoli rallegrato da pony, caprette e asinelli, e una sosta d'obbligo: la casa di Babbo Natale nella Rocca di Riva del Garda (www.casadibabbonataleriva.it) dove è in piena attività l'officina-laboratorio degli elfi. Dal 3/12 al 5/1: 3 notti con terzo letto e colazione, visita al mercatino e alla casa di Babbo Natale: da 299 euro per una famiglia di tre persone. Info: tel. 0464.554444; www.gardatrentino.it/inverno.
Dal 19 al 30 dicembre gli amanti della gastronomia non possono perdere il grande mercatino di Trento con una speciale sezione dove gustare strudel, la «treccia mochèna», la «polenta brustolada», le antiche ricette della tradizione trentina e tirolese (dolci e salate), piatti tipici come i «cevap» e molti altri prodotti. Due notti da venerdì a domenica, una cena tipica, brindisi con spumante Trento doc a Palazzo Roccabruna, Trento Card 48 ore: da 129 euro. Info: www.visittrentino.it/it/mercatini-di-natale-trentino.
Non le solite bancarelle, ma un vero inno alla tradizione con artigiani, artisti e maestri del gusto rigorosamente locali, accolti nelle corti, nelle cantine e sotto i portici di Rango (TN) il 4, 8, 9, 10, 11, 17 e 18 dicembre. Stretto pugno di case addossate le une alle altre e collegate dai tipici vòlt (androni) e tra «I Borghi più belli d'Italia», Rango ospita prelibatezze enogastronomiche e artigianato di esclusiva produzione locale su tavoli colmi di sorprese da scovare negli angoli più impensati: sotto i vòlt, nelle cantine, nei cortili… al suono di zampogne, fisarmoniche, canti e cori. 3 giorni/2 notti in mezza pensione, cena tipica, degustazione: da 132 euro a persona. Informazioni: tel. 0465.700108, www.visitacomano.it.
Cambiando provincia, a Santa Cristina (BZ) in Val Gardena, dal 3 al 30 dicembre il mercatino è animato da esibizioni dei maestri scultori e dalle melodie dei corni di montagna, i concerti del gruppo di ottoni della Scuola di musica della Val Gardena e della Banda musicale giovanile. A Ortisei, invece, è possibile ammirare la mostra di presepi in legno, realizzata dagli artisti dell'Associazione Gardena Art, che espongono le proprie opere lungo le vie del centro accompagnate da eccellenti degustazioni. Informazioni: 0471.777777, www.valgardena.it.
Chi è in cerca di vere chicche può recarsi al castello di Scena, dove dall'8 all'11 dicembre gli artisti locali espongono le proprie opere, e nello stesso periodo a Castel Tirolo dove rivivono antichi mestieri come l'intreccio dei cesti, la filatura e la tintura della lana, la lavorazione del feltro e la ceramica. A Lana tutti i fine settimana dal 26.11 al 24.12 sono venduti soprattutto prodotti agricoli locali come erbe aromatiche, sali aromatizzati, miele e cera d'api, cioccolato lavorato a mano. Il 5 dicembre c'è la tradizionale sfilata di San Nicolò con presepi viventi e laboratori per i più piccoli, mentre dal 10 al 12 si tiene l'esposizione dei presepi. Tre giorni al Trettel Rosemarie con prima colazione a partire da 183 euro a persona inclusi uno skipass Skicard Merano, una gita in carrozza e un'escursione con le ciaspole. Info: www.lana.info, www.dolomiti.it. A Merano 3 notti con vin brulé al mercatino, due merende e tre ore alle terme: da 151 euro. Informazioni: www.meranodintorni.com
Centinaia di luci illuminano le vie del centro storico di Bolzano e, lungo i suoi famosi portici, risuonano le tradizionali melodie dell'Avvento. Dal 25.11 al 23.12 piazza Walther ospita un'ottantina di espositori e un'area dedicata ai bambini con animazione e laboratori mentre ovunque nell'aria si respira il profumo di cannella e arancio, i «temi» aromatici dominanti del mercatino natalizio.
Da non perdere: un suggestivo percorso fra le natività nelle chiese accompagnati da guide esperte, e l'esibizione ogni sabato mattina degli intagliatori del legno. Due notti all'Hotel Laurin da 199 euro (www.laurin.it). Grazie alla modernissima funivia che collega la città con l'altopiano del Renon, fino a tarda sera si possono raggiungere i mercatini di Soprabolzano e Collalbo, incantevoli paesini collegati da un trenino di montagna. Info: www.bolzanodintorni.info.
Ulteriori informazioni sul sito www.mercatini-natale.com.