Alla scoperta dell’arte con il fantasma Poldo

Oggi il museo Poldi Pezzoli inaugura il primo percorso didattico su audioguide per bambini e ragazzi

C'è un fantasma di nome Poldo che questo pomeriggio attende i curiosi in via Manzoni 12, sede del museo Poldi Pezzoli. Il fantasma Poldo organizza un pomeriggio di festa (a partire dalle 16.30): i motivi non mancano considerato che per la prima volta a Milano un intero museo realizza un percorso di visita guidata apposta per gli under 10.
Del Poldi Pezzoli molti ricordano il logo, con quei due profili eleganti di donna, e la splendida collezione che Gian Giacomo, rampollo della famiglia, cominciò a mettere in piedi sin da quando, da ragazzino, amava conservare armi di pregio (oggi raccolte nella bella Sala delle armi). A metà dell'Ottocento il nobile milanese che apprezzava il bello era riuscito a racchiudere nella sua casa - vera e propria «camera delle meraviglie» - lavori di Botticelli, di artisti lombardi quali Vincenzo Foppa e il Bergognone e poi ancora le vedute veneziane siglate da Guardi e dal Canaletto, senza dimenticare il mobilio, gli arredi, i tappeti, le porcellane. Gian Giacomo era uomo colto e generoso e nel suo testamento volle che alla sua morte la sua adorata casa si trasformasse in un museo aperto a tutti. E molto si dovrebbe dire sulla generosità, tutta meneghina, dei tanti mecenati che nel corso dei decenni con le loro donazioni e finanziamenti hanno permesso l'ampliamento delle collezione e i recenti allestimenti, come quello dell'armeria.
Un'iniziativa come quella del progetto «Insieme alla scoperta dell'arte», che mira ad avvicinare i giovanissimi ai tesori artistici del Bel paese, ben si sposa con la varietà curiosa della collezione del Poldi Pezzoli. L'idea di trasformare il museo in un luogo «a portata di bambino» è venuta a Babygella, azienda specializzata per l'igiene dei più piccoli, e ha raccolto subito l'entusiasmo di Annalisa Zanni, direttrice del Poldi Pezzoli. A stimolare le visite di genitori, nonni e fratelli maggiori con ragazzi al seguito ci penseranno due nuovi percorsi didattici con audioguide in italiano e in inglese: a partire da oggi, dopo la merenda in compagnia, ci sarà il fantasma Poldo che con la sua voce da cartoon guiderà i più piccoli nelle sale del museo mentre per i ragazzi delle medie è stato ideato un percorso con semplici ma precise nozioni scientifiche e storiche senza dimenticare gli effetti speciali (per informazioni: 02-796334).
C'è da scommettere che i giovani visitatori non avranno difficoltà alcuna ad utilizzare da soli questa audioguida dall'aria maneggevole che sembra quasi un cellulare ma che invece apre le porte, della mente e della fantasia, a uno dei musei più belli di Milano.