La scoperta della Nasa: "Gli alieni sono con noi"

I ricercatori della Nasa hanno scoperto un microbo che riesce a vivere in un ambiente
finora ritenuto letale per qualsiasi forma di vita. Secondo l'Agenzia spaziale americana sono "alieni che condividono il nostro stesso ambiente"

Londra - Gli alieni sono già in mezzo a noi, e condividono il nostro ambiente. Non verranno solo da altri pianeti, dunque. A dirlo è la Nasa che ha annunciato per giovedì prossimo una conferenza che dal titolo dice già tutto: "Una scoperta dell’astrobiologia che avrà conseguenze sulla ricerca di prove della vita extraterrestre". O forse dice poco. Fatto sta che la scoperta dell'Agenzia spaziale americana potrebbe dimostrare l’esistenza di un’altra forma di vita, anche sulla Terra. Quali forme di vita? Si tratterebbe di creature-ombra in parallelo agli esseri umani che vivrebbero in ambienti finora ritenuti inabitabili. I ricercatori hanno scoperto infatti un microbo che riesce a vivere in un ambiente finora ritenuto letale per qualsiasi forma di vita.

Forme di vita sconosciute Il batterio è stato trovato in fondo al Mono Lake, nel Parco nazionale di Yosemite, in California, un lago ricco di arsenico. La creatura usa l’arsenico per sopravvivere e questa capacità, secondo la Nasa, aumenta la prospettiva che una forma di vita simile possa esistere su altri pianeti che non hanno la nostra atmosfera. Lewis Dartnell, astrobiologo del centro per le scienze planetarie di Londra, ha sottolineato: "Se questi organismi utilizzano l’arsenico nel loro metabolismo, ciò dimostra che ci sono altre forme di vita rispetto a quelle che conosciamo. Sono alieni, ma alieni che condividono lo stesso nostro ambiente".