Scoperta nuova forma di leucemia

Una nuova forma di leucemia è stata identificata dagli ematologi dell’ospedale milanese Niguarda Cà Granda e della Genetica Medica dell’Università Statale di Milano, che hanno anche scoperto il gene mutato coinvolto nella malattia. I ricercatori, finanziati dalla Regione Lombardia, da due anni indagavano sul perché in alcuni soggetti ammalati di leucemie «buone» le terapie fallissero, con conseguente ricaduta. Analizzando 67 pazienti con leucemia acuta mieloide, i ricercatori hanno identificato una mutazione del gene «c-Kit»che rende più aggressive e insensibili alle cure le cellule tumorali. Ora si potranno quindi identificare fin dall’inizio i pazienti a rischio, studiando apposite cure.