Alla scoperta del nuovo volto di Milano

«Un viaggio attraverso la città nuova per vivere in prima persona gli spazi, gli ambienti, le architetture offerti da alcuni significativi episodi di trasformazione», così l'assessore allo Sviluppo del territorio Carlo Masseroli ha definito «Milano aperta. Le nuove architetture». Un'iniziativa di Urban Center e Aim (Associazione Interessi Metropolitani) patrocinata dal Comune, che offrirà l'opportunità di conoscere importanti palazzi e quartieri di recente costruzione. Il programma prevede, infatti, l'apertura gratuita e guidata, di alcuni edifici abitualmente non accessibili al grande pubblico.
Non si tratterà di visite isolate, ma di tre itinerari che potranno essere percorsi in pullman o in bicicletta. Il primo è in programma per giovedì e si sviluppa in tre tappe: innanzitutto il nuovissimo Centro direzionale Maciachini ex Carlo Erba, poi i coloratissimi palazzi del Politecnico di via Durando (Bovisa) e infine una suggestiva visione della sede in vetro e cristalli di McCann Worldgroup, firmata da Dante O. Bernini, che sarà illuminata a giorno come un diamante.
Giovedì 12 giugno sarà invece il turno della zona ovest, con il complesso firmato Renzo Piano del Sole 24Ore e l'area del Portello, dove un tempo si fabbricavano le auto Alfa Romeo, oggi riqualificata sulla base di un piano realizzato dall'architetto Gino Valle. Infine l'ultima serata, quella del 19 giugno, interesserà il lato sud della città dove sorge il nuovo campus Bocconi e il grande quartiere Ravizza, con il verde dei suoi parchi. «I percorsi proposti non sono casuali - ha spiegato Pier Giuseppe Torrani, presidente di Aim -. Essi legano episodi edilizi, nati a pelle di leopardo, in una visione di insieme della città».
Tutti gli itinerari prenderanno il via alle 19.30 e si concluderanno intorno alle 22 per sfruttare al meglio le serate più luminose dell'anno. I pullman partiranno da largo Cairoli, mentre per i più sportivi che sceglieranno la bicicletta l'appuntamento sarà in piazza del Cannone. Uno snack con bibita sarà inoltre distribuito a metà percorso per affrontare al meglio queste pedalate di 12-13 chilometri.
«Sulla scorta del successo della mostra Milano la città che sale abbiamo voluto assecondare un interesse che i cittadini stessi ci hanno segnalato: più conoscenza delle trasformazioni della città», ha concluso Alfredo Spaggiari, direttore dell'Urban Center.
Per informazioni e prenotazioni: 02/88456555 oppure www.conosceremilano.it