Scoperti 7.500 evasori totaliLa Gdf recupera 21 miliardi

Nel 2011 50 miliardi di redditi non dichiarati al fisco e 8 miliardi di iva evasa. Le Fiamme Gialle "pizzica" 7.500 evasori totali che avevano occultato allo Stato oltre 21 miliardi

"Grazie alla vicinanza dei cittadini e dei media, ora ci sentiamo meno soli nella lotta all’evasione fiscale". Il comandante generale della Guardia di Finanza Nino Di Paolo commenta con soddisfazione i risultati ottenuti dal corpo nel 2011. E i numeri parlano chiaro: l’attività di contrasto all'evasione condotta dalle Fiamme Gialle lo scorso anno ha portato alla denuncia di circa cinquanta miliardi di redditi non dichiarati al Fisco e di almeno 8 miliardi di Iva evasa.

Nel 2011 sono oltre 7.500 gli evasori totali, cioè quei contribuenti completamente sconosciuti all'Agenzia dell'Entrate, scoperti dalle Fiamme Gialle. Ad essere stati "pizzicati" dai finanzieri sono imprese e lavoratori autonomi che avevano occultato allo Stato redditi per oltre 21 miliardi di euro. "I risultati ottenuti - ha spiegato Di Paolo - sono, in primo luogo, frutto della professionalità, dell’impegno e dell’intuito di tutte le Fiamme Gialle, cui va il premio della fiducia dei cittadini, che però va conquistata giorno per giorno".