Scoperti in un circolo 30 videopoker illegali

A prima vista sembravano normali videogiochi ma, con un semplice tasto azionato dal proprietario, si trasformavano in video-poker illegali. Gli apparecchi sono stati scoperti dalla polizia e dalla Guardia di Finanza in un circolo privato di Cave di Colleferro, da tempo tenuto sotto controllo. Durante il blizt, all’interno del locale c’erano circa 30 clienti intenti a giocare. Sei video-giochi sono risultati modificati: bastava anche digitare una sequenza di tasti suggerita dal titolare per ottenere le schermate proibite. Per l’esercente è scattata una sanzione di 24mila euro e una denuncia per gioco d’azzardo aggravato.