Scoperto un quadro sconosciuto di Munch

Un museo di Brema - la «Kunsthalle» - ha presentato un dipinto finora sconosciuto di Edvard Munch, nascosto sotto un’altra tela del pittore espressionista norvegese. Il dipinto rappresenta tre visi rivolti verso una ragazza seduta. È stato trovato sotto un altro dipinto, La madre morta, l’unico quadro dell’artista esposto nel museo di Brema. A scoprire il nuovo dipinto - che è stato denominato Ragazza e tre teste di uomini - sono stati alcuni restauratori, a quanto ha rivelato il direttore del museo, Wulf Herzogenrath. Il più celebre quadro di Munch, l’Urlo, è stato rubato l’estate scorsa dal museo Munch a Oslo con un altro dipinto, Madonna. Da allora, la polizia norvegese ha arrestato cinque persone, nell’inchiesta seguita a uno dei più eclatanti furti di opere d’arte degli ultimi decenni. Pochi giorni fa la città di Oslo ha offerto una lauta ricompensa in denaro, oltre 250mila euro, per la restituzione delle due opere. Morten Hojem Ervik, della polizia di Oslo, ha sottolineato che la ricompensa decisa dalla polizia e dall’amministrazione di Oslo per ottenere informazioni utili a recuperare le opere «non è in alcun modo legata a richieste di riscatto». Il mese scorso la polizia aveva smentito le notizie secondo cui i ladri avevano distrutto i dipinti a indagini quasi concluse perché temevano di essere colti con le mani nel sacco. Secondo gli esperti si tratta di opere troppo note per essere rivendute sul mercato.