Scoppia l’odio tra Tamil e Sik A Marassi rissa a sprangate

Undici feriti e dieci denunciati: sono tutti immigrati cingalesi che lavorano come domestici e badanti

(...) alla mezzanotte la strada è diventata teatro di uno scontro etnico che ha precedenti soltanto nell’isola di Ceylon dove le etnie Sik e Tamil si confrontano da sempre con un’escalation di violenza. Secondo la ricostruzione degli agenti del commissariato di San Fruttuoso, i due gruppi si sono incontrati all’uscita di un locale e da subito - con un pretesto non ancora del tutto chiarito -, si sono insultati passando velocemente alle vie di fatto.
Alcuni sono andati alle auto a prendere spranghe e mazze da hockey e da lì a lasciare alcuni in terra in un lago di sangue il passo è stato breve.
I protagonisti della rissa sono tutti stranieri con regolare permesso di soggiorno che lavorano come domestici o badanti presso famiglie genovesi: sono di età compresa fra i trenta e i trentacinque anni, alcuni sono padri di famiglia. Ma questo non ha impedito loro di finire tutti all’ospedale Galliera dove sono stati tutti medicati e due dei feriti, in particolare, hanno avuto una prognosi di 8 e dieci giorni rispettivamente per ferite al volto e alla testa. Uno è rimasto in osservazione, ricoverato al pronto soccorso da dove è stato dimesso ieri mattina. Gli altri sono feriti alle gambe e alle braccia. In dieci sono stati denunciati per rissa e due in particolare perché trovati «in possesso di oggetti atti a offendere». i poliziotti nelle loro auto hanno infatti trovato spranghe e mazze come quelle usate nella rissa.
Per gli inquirenti non si tratta di un normale regolamento di conti, come accadrebbe fra bande rivali, visto che queste persone hanno tutte lavori regolari e non sono coinvolte in attività criminali. Tuttavia soltanto un anno fa, più o meno nella stessa zona e fra le stesse persone avvenne un’altra rissa, come quella della scorsa notte.
A Rapallo, una decina di anni fa in un altro scontro fra gruppi Sik e Tamil un cittadino dello Sri Lanka rimase ucciso. La rissa ha colto di sorpresa anche le forze di polizia, visto che i cittadini cingalesi sono storicamente a Genova tra i primi immigrati, impiegati proprio in lavori domestici e di cure familiari. E sono tranquilli e onesti. A parte le rivalità etniche mai sopite e che drammaticamente si sono risvegliate due giorni fa.