Scoprono gli abusi sulla figlia grazie a un giornale

Una storia di violenze che forse non sarebbe mai venuta a galla. Se non fosse che la lettura di un giornale li ha insospettiti. Da un quotidiano hanno infatti appreso dell’arresto di un presunto pedofilo, accusato di avere abusato di una bambina. E si sono insospettiti perché l’uomo, un amico di famiglia, più volte aveva portato a passeggio e fatto regali alla loro figlia di dodici anni. Terrorizzati dalle numerose coincidenze tra le due vicende, una coppia palermitana ha così deciso di andare a fondo provando ad entrare nel muro di reticenze della figlia. Chiedendole se fosse stata mai molestata da quell’uomo che chiamava «zio». Fino a quando la ragazzina ha ammesso le pesanti attenzioni che aveva dovuto subire dall’amico di famiglia, che ora è indagato anche per il nuovo caso di violenza sessuale. I genitori, dopo avere raccolto i racconti della figlia hanno sporto denuncia. L’indagine è coordinata dal pm della Procura di Palermo Adriana Blasco, che aveva già chiesto e ottenuto l’arresto del palermitano, un 50enne, per il primo caso di abusi.
Secondo gli investigatori, che hanno già sentito la seconda vittima alla presenza di uno psicologo, ci si troverebbe di fronte a un pedofilo seriale: una persona che tende a circuire le vittime reiterando gli stessi comportamenti.