Lo scorporo di Re pesa sui conti

Pirelli archivia i nove mesi con ricavi per 3.703,4 milioni in crescita del 18,9% rispetto al 2009. Il gruppo segna una perdita per 101,5 milioni a causa degli effetti contabili (negativi per 265,6 milioni) della separazione di Re, mentre il risultato delle attività in funzionamento è positivo per 164,1 milioni (da 50 milioni). Il risultato operativo è cresciuto del 69,7% a 309,6 milioni. Positivo per 119 milioni (da 174,6 milioni dei primi nove mesi 2009) il flusso di cassa della gestione operativa mentre la posizione finanziaria netta è negativa per 704,9 milioni (era negativa per 528,8 milioni a fine dicembre scorso). Per quanto riguarda Pirelli Tyre i ricavi sono stati pari a 3.559,1 milioni (+20,3%) nei nove mesi e a 1.233,8 milioni (+18,3%) nel solo terzo trimestre. Oggi il piano industriale.