Scorsese e un capolavoro da non perdere

Viviana Persiani

Era dai tempi di Quei bravi ragazzi che Scorsese non ci regalava un simile capolavoro. Invece, The Departed è semplicemente perfetto, la quintessenza del thriller. La cosa più incredibile, poi, è che non stiamo parlando di un soggetto originale; il film, infatti, si ispira a Infernal Affairs, film asiatico, campione d’incassi, a sua volta inserito in una trilogia di grande successo. Eppure, rispetto al suo emulo asiatico qui abbiamo un cast semplicemente perfetto con Nicholson e Di Caprio (sì, proprio lui) che fanno a gara a chi è più bravo. Insomma, la storia dei ladro infiltrato nella polizia e del poliziotto sotto copertura nella banda del boss mafioso, costretti a nascondere la propria identità e, contemporaneamente, a smascherare il reciproco avversario, è un must. Quanto a Babel, il film diretto da Alejandro González Iñárritu, trattasi di tre storie legate tra loro da un perfido legame. Durante un viaggio in Marocco, una donna, in vacanza con il marito, viene ferita da un colpo sparato, per sbaglio, da due ragazzi. I due americani, oltretutto, hanno affidato i figli, lasciati nella casa di San Diego, a una tata messicana che ha un grosso problema: deve recarsi al matrimonio del figlio. Nello stesso tempo una ragazza giapponese sordomuta vive in maniera singolare la sua adolescenza e la sua menomazione fisica. Il titolo richiama subito alla mente la vicenda biblica della torre di Babele, simbolo della incomunicabilità tra gli uomini. Le barriere, però, sul quale punta il dito il regista messicano, non sono solo linguistiche. I film più visti a Roma dal 23 al 29 ottobre 1) Il diavolo veste Prada; 2) The Departed 3) La gang del bosco; 4) La sconosciuta; 5) Scoop; 6) Babel; 7) World Trade Center; 8) Nuovomondo; 9) Fascisti su marte; 10) N - Io e Napoleone.